IMPRONTA associazione culturale . . . incontri

Tornati dalle vacanze che ci hanno consentito di ritemprarci fra le azzurre onde del mare, siamo entrati nella dimensione lavorativa e, tanto per cominciare in positivo, dobbiamo segnalare un articolo di ben due pagine presente sulla testata giornalistica “LA REPUBBLICA”, giorno 02/09/2008, e che riguarda una lunga intervista al nostro socio Di Stefano Vito Piero ed alla sottoscritta, in merito alla problematica ufologica siciliana e non. Il motivo scatenante è stato quello della pubblicazione da parte dell’ AMI di informazioni riguardanti avvistamenti ufologici in generale, anche se molto poco numerosi, ed in contrasto con la numerosa serie inquisita dal nostro gruppo e maggiorata da segnalazioni di collaboratori di altre Associazioni, primo fra questi il prof. Sebastiano Pernice del CISU con cui da anni si collabora in un clima di serenità e costruttività.

Riteniamo doveroso, tra l’altro, rendere omaggio alla figura di Padre Balducci, demoniologo e teologo di fama mondiale, nonché figura di spicco della Santa Sede, avendo rivestito per anni il ruolo di Nunzio Apostolico, e deceduto all’età di 85 anni il 20 settembre u.s. Padre Balducci da anni è stato presente sulla scena ufologica come convinto assertore della realtà extra-terrestre del fenomeno e della impossibilità che le decine di migliaia di testimonianze fossero tutte illusioni o mistificazioni: "Deve per forza esserci qualcosa di vero. Le centinaia, le migliaia di testimonianze non lasciano spazio a dubbi, pur considerando le possibili illusioni ottiche, fenomeni atmosferici e altre spiegazioni scientifiche." Questo asseriva il teologo durante il suo incontro a Bellaria Igea Marina, con il noto ricercatore Zecharia Sitchin.

"Come teologo cattolico - continuava il monsignore - non posso semplicemente ignorare queste testimonianze. La testimonianza diretta è un modo di trasmettere la verità e in particolare nel caso della religione cristiana, stiamo parlando di una Rivelazione Divina, in cui la testimonianza gioca un ruolo cardine nella credibilità della nostra fede".

Cominciò ad interessarsi della problematica ufologica negli anni ‘60 anche se osteggiato da alcuni colleghi teologi di rilievo. Ma la sua volontà era quella della difesa della testimonianza umana che veniva messa in discussione ogni qualvolta si parlava di UFO. Tale dubbio sulla testimonianza umana avrebbe potuto mettere in discussione “la vita spirituale dei Cristiani, essendo la Rivelazione Divina un fatto storico testimoniato. La Rivelazione di Dio è infatti testimoniata attraverso gli uomini e i Vangeli. Se qualcuno crede alle testimonianze bibliche dei miracoli, deve ragionevolmente credere anche ai testimoni di eventi odierni straordinari ...”  (fonte: Edicolaweb).

Anche noi serbiamo un ricordo eccezionale di Padre Balducci, avendo avuto la possibilità di trascorrere con lui un paio di giorni a Catania, in occasione di un suo intervento, nel 2006, ad un convegno organizzato a Riposto. I due giorni trascorsi assieme ci hanno permesso di cogliere l’eccezionale spessore dell’uomo e la grandissima preparazione culturale del religioso che con argomentazioni frutto di esperienza e sapienza asseriva con sicurezza che i fratelli dello spazio ci sono e che il Signore nella sua onnipotenza deve per forza comprendere nel novero degli esseri da Lui creati entità più evolute di noi dal punto di vista tecnologico, ma anche entità dotate di solo spirito ed energia provenienti forse da altri universi ed interagenti con noi. Tutti, comunque, asseriva il Prelato, sono figli di Dio e quindi nostri fratelli anche se più anziani di noi. Lo ricorderemo con grande stima ed affetto e ci mancherà il suo modo di parlare calmo e tranquillo, ma deciso e veemente a volte, segno di uno spirito forte, deciso, libero e di grande cultura.

A lui va il merito di avere esplorato vie nuove in un campo difficile e particolare come quello dell’ufologia. Le correlazioni fra il campo ufologica e il campo mentale e spirituale sono infatti evidenti e necessitano di gente di calibro per essere esplorate e capite.

Per tornare alle nostre indagini ne presentiamo una del luglio 2002 ad Agrigento una a Delia nell’estate 2003 e a Palermo ad agosto 2008.

Il Presidente

Salvatrice Migliaccio

Il presidente dell'Associazione Impronta sig.ra Salvatrice Migliaccio  e Padre Balducci

Salvatrice Migliaccio - Roberto Pinotti e Padre Balducci

Back